GEHRY IL VISIONARIO

disney hall gehry

Finalmente venerdì 18 maggio anche nella nostra regione arriva sul grande schermo un film anomalo e da tempo atteso: Frank Gehry: creatore di sogni.

Quale posto migliore del buio di una sala cinematografica per godersi le curve, le vele e le danze che animano da sempre i progetti del grande, celebratissimo architetto canadese?

L’opera visionaria e maestosa di Frank Gehry è la protagonista dell’ultimo lavoro di Sidney Pollack. Il regista di film che hanno segnato la storia del cinema americano (e della sua società), da Come eravamo a I tre giorni del condor a Tootsie, per la prima volta si è confrontato con un documentario girando moltissimo materiale in modo “leggero”, utilizzando ad esempio una piccola videocamera digitale per intervistare Gehry, suo amico di vecchia data. Un incontro strano e fortunato: due amici che non si sono mai incrociati prima sul terreno delle rispettive arti. Pollack dice di non sapere nulla di architettura ma la racconta benissimo, e Gehry, inconsapevolmente, pensa e costruisce meravigliose scenografie permanenti per noi tutti, disseminandole in tutto il mondo. C’è qualcosa di più cinematografico del palazzo di Praga ribattezzato “Ginger and Fred” (il nome ufficiale Rasin Building non lo conosce più nessuno) o della magnificenza della recente Disney Concert Hall che ridona vita e anima al quartiere “centrale” di Los Angeles tutto grattacieli e uffici o del Guggenheim di Bilbao che ha risollevato le sorti anche turistiche di un’intera zona? Per Gehry e pochi altri suoi colleghi è stato coniato il termine “archistar” ma le piccole curiosità che Pollack raccoglie parlando direttamente con l’amico o con i suoi collaboratori e confidenti (cfr. il suo analista) ci consegnano un ritratto molto più interessante e sfaccettato.

Come molti registi cinematografici Gehry crede nel work in progress e mai finito: “Preferisco la qualità delle forme abbozzate, l’aspetto esitante, confuso, la sensazione di un lavoro in corso piuttosto che la convinzione di una finalità totale, risolutiva”.

Vedere e ascoltare il grande stregone dell’architettura mentre svela i suoi segreti è una rarità da cogliere al volo, al Visionario (mai nome fu più adatto).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: